Ennesimo atto intimidatorio della camorra ai danni di un imprenditore in Campania – Cosa fare ?

OSSERVATORIO “Sicurezza”
Il problema della camorra in Campania va affrontato diversamente. Si continua a dire che servono più mezzi, e questo è vero ! Ma occorre una attività ed una azione investigativa più concreta ed efficace. Inoltre, laddòve le investigazioni ottengano risultati soddisfacenti, la Magistratura non deve temere di applicare la Legge nella maniera più dura possibile ed il Legislatore, qualora ce ne fosse ancora bisogno, deve fornire alla Magistratura stessa tutti i mezzi normativi adeguati.
Naturalmente GUARDIACIVICA si rende conto che si sta parlando di territori particolarmente difficili, dove la camorra ha attecchito in una maniera che i suoi legami sembrano difficilmente scardinabili. Ma la questione non è più Campana bensì Nazionale. I gruppi malavitosi che impediscono alle aziende di lavorare serenamente sono oramai di varia natura e sono dotati di mezzi ed organizzazioni che rendono ogni azione repressiva da parte dello Stato sempre meno efficace.
IL FATTO – raid armato contro un’azienda di rifiuti nella periferia, torna l’incubo racket a Torre Annunziata. A Rovigliano, in via Schiti, due ignoti hanno esploso almeno 12 colpi calibro 9 verso il cancello di un’azienda di Torre Annunziata, che si occupa di raccolta dei rifiuti e in particolare di plastica. L’episodio è avvenuto intorno alla mezzanotte. In due sarebbero arrivati in scooter velocemente e avrebbero sparato in rapida sequenza una dozzina di proiettili verso il cancello d’ingresso.

Annunci

CHIAMATE INDESIDERATE: chiarimenti sulla applicazione della nuova normativa

Il  4 febbraio è entrata in vigore la norma sulle chiamate indesiderate, anche se sono necessari 90 giorni affinché si concretizzino alcuni degli effetti previsti dalla legge. Vediamo intanto che cosa prevede questo testo che, anche se non è perfetto, mette comunque un freno al telemarketing aggressivo:

TUTTI I DETTAGLI

Dal 9 maggio cambiano le informazioni da fornire nei cartelli degli ingredienti per i prodotti non preimballati

Cambiano i cartelli da utilizzare negli esercizi di vendita e somministrazione di prodotti alimentari per i prodotti non preimballati. Presso le sedi Confesercenti i nuovi cartelli.

Come già comunicato, con la pubblicazione del Decreto legislativo n. 231/2017, con riferimento alla disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al Regolamento UE n. 1169/2011, sulla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, nonché per quanto attiene all’adeguamento della normativa nazionale alle vigenti regole comunitarie in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti, cambiano i cartelli da utilizzare negli esercizi di vendita e somministrazione di prodotti alimentari per i prodotti non preimballati.

LEGGI I DETTAGLI

Come ovviare al serio problema delle maxi bollette di nergia elettrica e gas

I Consumatori sono continuamente chiamati a confrontarsi con il fenomeno  delle maxi-bollette e dei conguagli. Il fenomeno è dovuto principalmente, da un lato, ai blocchi di fatturazione che possono riguardare i sistemi di alcune grandi aziende del settore e, dall’altro, dalle difficoltà, dai ritardi e dagli errori di comunicazione tra i distributori locali (i soggetti che si occupano della gestione dei contatori e delle reti di elettricità, gas e acqua) e i venditori (i soggetti che fatturano i consumi e ci inviano a casa le bollette).

LEGGI TUTTI I DETTAGLI

I proprietari dei posti auto sono condòmini, se il posto auto è nel condominio

Come fare per capire se i posti auto fanno parte del condominio e dunque, ad es., concludere per l’obbligo di proprietari dei soli posti auto alla partecipazione delle obbligazioni derivanti dal condominio (compreso il pagamento delle spese condominiali) o, come nel caso di specie opera la Corte di Cassazione, per l’esclusione della presenza di una servitù?

LEGGI TUTTI I DETTAGLI

Truffe finanziarie: la banca può essere chiamata a pagare i danni al Consumatore

Le cronache raccontano quasi quotidianamente notizie di risparmiatori che restano vittime delle truffe di “abili” consulenti finanziari, che carpendo la loro fiducia, promettono rendimenti astronomici in tempi brevi. Peccato, però, che i soldi consegnati a questi truffatori, anziché essere investiti, prendano rapidamente il largo verso intoccabili paradisi esotici.

LEGGI TUTTO

La cosiddetta “Lezione Frontale” sembra non avere grande efficacia sugli alunni.

Secondo  il pedagogista Daniele Novara “la lezione frontale, su cui si basa ancora il nostro sistema scolastico, si fonda su una grande illusione: gli alunni “devono ascoltare”. Al Teatro Carcano di Milano se ne è dibattuto a lungo davanti ad una platea di mille insegnanti di scuola primaria e secondaria, educatori della scuola dell’infanzia, dirigenti scolastici, counselor, psicologici, arrivati da tutto il Nord Italia

LEGGI TUTTO

RC auto: in arrivo sconti obbligatori per i guidatori virtuosi

Sono in arrivo sconti sulle assicurazioni dell’auto per i guidatori virtuosi. Lo scorso 27 marzo, in attuazione della Legge sulla concorrenza n. 124/2017, l’Ivass (istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) ha varato il Regolamento 37/2018 con il quale sono stati definiti criteri e modalità per il riconoscimento di una serie di sconti “obbligatori” e “significativi” sulle polizze RC auto (responsabilità civile) in presenza di determinate condizioni. Gli sconti scatteranno dal prossimo 10 luglio. Da quel giorno le compagnie assicurative dovranno prevedere due tipologie di sconto: una obbligatoria, l’altra aggiuntiva. La norma prevede due tipologie di sconto, uno obbligatorio e l’altro aggiuntivo

Tutti i dettagli -> https://bit.ly/2jqWEGg

Fao: etichetta d’origine alimenti promuove economie locali e sviluppo sostenibile

Dal pepe del Camerun al caffè colombiano, dal tè Darjeeling dell’India allo zafferano marocchino, l’etichettatura sull’origine geografica dei prodotti alimentari promuove le economie locali, garantisce un reddito più alto agli agricoltori, favorisce lo sviluppo sostenibile. E incontra il favore dei consumatori, che a quei prodotti riconoscono qualità originali e sono pronti a premiarli, anche pagando un prezzo un po’ più alto. A dirlo è uno studio della Fao e della Banca europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, che hanno analizzato l’impatto economico della registrazione dell’indicazione geografica di nove prodotti di tutto il mondo

Leggi tutti i dettagli !