Attendibilità dei ruoli Equitalia non riscossi. Quali valutazioni fare?

L’uscita di Equitalia dal mondo della riscossione per lasciare spazio alla nuova Agenzia delle Entrate-Riscossione, comporta il passaggio di funzioni comprensivo del subentro in tutti i rapporti del precedente soggetto, come si legge nell’articolo 1 del dl 193/2016. Il tema richiama l’attenzione sullo stato delle inesigibilità della riscossione mediante ruolo, rimaste ingabbiate dalle esigenze di proroga delle attività. Proroghe che ancora impediscono di valutarne l’operato con l’attivazione delle procedure previste dall’articolo 20 del d. lgs 112/99. L’intervento sulla riscossione pubblica contenuto nel dl 193/2016 detta nuove scadenze temporali sui termini di presentazione delle comunicazioni di inesigibilità dovute dall’Agente della riscossione, finalizzate a informare l’ente impositore della improbabile realizzabilità del credito affidatogli. E’ un tema di grande rilievo che riguarda l’affidabilità dei titoli esecutivi e la conseguente capacità di spesa dell’ente impositore. Il passaggio alla contabilità armonizzata ha comportato per i comuni la completa rivisitazione delle regole di accertamento e la necessità di stanziare in apposito fondo le risorse a copertura del rischio di mancato incasso. A maggior ragione, all’ente impositore servono risposte in tempi rapidi. Tempistiche che nella riscossione a mezzo ruolo sono state dilatate nel tempo con una disciplina che non tiene conto delle esigenze di incasso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...